Scheda FLEGT: Chiusura del mercato UE al legname di provenienza illegale

 

Riferimenti

  • Circa 1,6 miliardi di persone, oltre il 20% della popolazione mondiale, ricavano cibo e mezzi di sostentamento dalle foreste. Fonte (in inglese): FAO, 2015 e UN World Population Prospects, 2017
  • Le foreste sono l'habitat della metà di tutte le specie viventi del pianeta. Fonte (in inglese): Rainforest Foundation
  • Le foreste regolano l'approvvigionamento idrico e il clima, forniscono medicinali e aiutano a prevenire inondazioni e siccità. Fonte (in inglese): Agenzia europea dell'ambiente, 2015
  • L'UE rappresenta un mercato importante per i prodotti silvicoli: nel 2017 ha importato derivati del legno per un valore di 18,17 miliardi di euro. I derivati provenienti da paesi tropicali raggiungono un valore di 3,78 miliardi. Fonte (in inglese): ITTO / IMM, 2017
  • Il valore economico del disboscamento illegale si attesta fra i 51 e 152 miliardi di dollari l’anno, ovvero fino al 30% del commercio globale di legname. Fonte (in inglese): INTERPOL, 2017
  • Attualmente sono 15 i paesi che hanno stretto accordi FLEGT con l'Unione europea o li stanno negoziando. Questi paesi rappresentano l'80% del commercio mondiale di legname tropicale. Fonte (in inglese): IMM, 2016 
  • Dei 3,78 miliardi di euro di prodotti silvicoli tropicali importati nell'UE nel 2017 il 21% erano provvisti di licenza FLEGT emessa dall'Indonesia. Il 54% proveniva dagli altri 14 paesi attualmente firmatari di un accordo volontario di partenariato con l'UE, o in fase di negoziazione. Fonte (in inglese): IMM / Eurostat, 2018
  • Nota: dei 3,78 miliardi di euro di prodotti in legno tropicale importati nell’UE nel 2017, il 45% proveniva dai nove paesi tropicali implicati nella negoziazione di un accordo commerciale bilaterale sul FLEGT (Costa d'Avorio, Gabon, Guyana, Honduras, Laos, Malaysia, Repubblica democratica del Congo, Thailandia e Vietnam) e il 9% dai cinque paesi africani che stanno attuando un accordo commerciale bilaterale sul FLEGT (Camerun, Ghana, Liberia, Repubblica centrafricana e Repubblica del Congo). Complessivamente, il 54% del totale proveniva dai 14 paesi che stanno attuando o negoziando un accordo commerciale bilaterale sul FLEGT con l’UE.